mercoledì 6 dicembre 2017

Missili Rossi dal passato: Ducati 848, un ottimo affare


Una nuova rubrica, dedicata a chi cerca il perfetto affare nel mondo dell'usato Ducati. Si parte con la Ducati 848

Parliamo molto spesso di moto appena premiate ad EICMA, con potenze maggiori di 200 cv e prezzi superiori ai 20.000 euro. Ma la realtà è che oggi possedere una moto è un lusso, e sono in tanti a doversi rivolgere al mercato dell'usato per coronare i propri sogni Desmodromici. Da questa riflessione, nasce la rubrica che abbiamo pensato di chiamare: Missili Rossi dal passato.

In ogni pezzo, analizzeremo modelli Ducati non necessariamente troppo recenti, che rappresentano un potenziale ottimo acquisto sul mercato dell'usato. Caratteristiche, pregi e difetti di ogni singola moto saranno messi a nudo, per regalare una sorta di guida all'acquisto che consegni una totale consapevolezza prima di un acquisto a chi non potrà permettersi una Panigale V4 Speciale, ma potrà consolarsi mettendosi in garage una splendida Ducati usata pagata magari ad un ottimo prezzo.

Ducati 848 - 2008 


La prima moto che abbiamo pensato di presentare è la Ducati 848, nella sua prima incarnazione che risale al 2008. Sono passati già nove anni dalla data di presentazione di questo modello e ben 11 se si considera che le linee di questa moto sono in realtà gemelle di quelle della 1098, anticipata al pubblico nel Settembre del 2006. 

La 848 giunse come erede della incompresa 749, anche lei figlia minore della ammiraglia 999, e coniugò presto le esigenze di tanti motociclisti che volevano passare al bicilindrico sportivo, ma erano spaventati dalla potenza esuberante della versione 1098, dotata di una coppia non propriamente adatta da gestire per neofiti. Non che la 848 fosse una moto da pivelli, ma di certo il suo carattere era molto più amichevole ed il comportamento neutrale.

Comportamento in pista e su strada


Tutti i test su strada ed in pista svolti hanno regalato l'immagine di una moto facile, equilibrata, sulla quale si va spesso più forte di quanto non si pensi. Tutti i motociclisti sanno che sia in pista che su strada andare forte è anche e soprattutto una questione di feeling, una sensazione sempre presente in sella a questa moto che fa dell'equilibrio globale la sua arma segreta. Nel caso della 848, l'aspetto che più fu sottolineato era la capacità della moto di "fare strada" che è un gran complimento perchè significa esattamente questo: andare forte, senza avvertirlo. La ciclistica ed i freni, pur essendo meno pregiati della componentistica presente sulla sorella maggiore 1098, si dimostrarono perfettamente all'altezza del compito. Qualche appunto fu mosso sul fronte consumi, con un propulsore che si rivelò molto più assetato di quello che equipaggiava la 749. Pensando al divario prestazionale tra i due modelli, appare anche chiaro il motivo per cui la 848 beva qualche litro in più di benzina sullo stesso percorso.

Ottima moto sportiva stradale, la 848 si rivelò anche stranamente comoda, per quanto possa essere definita comoda una supersportiva Ducati ad alte prestazioni. La sezione centrale rastremata, la triangolazione manubri-sella-pedane ed un peso piuma in ordine di marcia, regalano un comfort di marcia quasi insospettabile, che porta ad avere voglia di macinare tanti km su strada. Non è un aspetto da sottovalutare, perchè spesso le moto più impegnative, richiedendo un grande sforzo psico-fisico, fanno presto disamorare chi acquista la moto principalmente per goderne su strada. Da questo punto di vista, la Ducati 848 sarebbe un ottimo acquisto.

Tutti i numeri della 848


I numeri di questa moto possono essere riassunti così:

  • CILINDRATA - 849,4 cm³ (Alesaggio 94,0 x Corsa 61,2 mm)
  • DISTRIBUZIONE - Desmodromica 4 valvole per cilindro
  • POTENZA - 134 cv (98,5 kW)
  • PESO - 184,8 kg in condizioni di marcia
  • INTERASSE - 1430 mm

Potremmo scrivere tantissime altre informazioni tecniche su quote ciclistiche, misura delle gomme, capienza del serbatoio, ma onestamente sappiamo che non saranno determinanti per decidere se acquistare o meno una moto. Parliamo invece di prezzo e cerchiamo di capire quanto costa oggi una Ducati 848.


Quanto costa oggi una 848 e cosa controllare


Partendo dal modello del 2008, l'offerta sul web oscilla tra i 4000 ed i 5500 euro. Parlando di usato, è chiaro che il prezzo corretto dipende moltissimo dalle condizioni del veicolo e nel caso di una Ducati, vale la pena controllare se tutti i tagliandi previsti sono stati effettuati da officine ufficiale o quanto meno autorizzate. C'è poi da considerare che la 848 è stata una scelta perfetta per chi voleva acquistare una Ducati da destinare esclusivamente ad uso pista, quindi cercate di scorgere sempre eventuali segni di scivolate più o meno evidenti. Uno dei punti più "delicati" da questo punto di vista sono i piedini della forcella anteriore, che spesso rivelano nella loro parte inferiore segni di cadute che a volte i venditore "dimenticano" di riportare al potenziale acquirente. 

Una volta trovata la moto che abbia il giusto chilometraggio ed un prezzo allineato al mercato, si deve comprendere se questo modello possa riservare qualche sorpresa ai proprietari indipendentemente da come è stata tenuta. Da questo punto di vista, il web offre una serie di informazioni ed esperienze personali immense e basta una ricerca veloce per comprendere che la Ducati 848 non ha mai avuto problemi genetici. Ovviamente ci sono stati casi di rotture meccaniche, ma sembrano più casi isolati figli magari di un cattivo utilizzo del motore, che non di problemi congeniti ad un modello innegabilmente nato bene. Qualche anomalia con alcuni regolatori di tensione l'abbiamo trovata in giro per i forum, ma non stiamo parlando di componenti che in qualche modo possano pregiudicare il valore della moto o comportare grossi esborsi in caso di riparazioni post-acquisto.

Le colorazioni della prima versione di questo modello erano esclusivamente in bianco mono e rosso mono. In seguito fu introdotta una versione Dark, caratterizzata da un elegantissimo nero opaco che regala alla moto una linea da caccia Stealth. La versione Evo del 2010 presentò colorazioni alternative ed arrivò anche la versione Corse, caratterizzata da una livrea molto Racing.

Ulteriore aspetto che potrebbe invogliare all'acquisto di questa moto è l'abbondanza di materiale aftermarket di pregio presente sui principali siti di annunci. Carene, scarichi e spesso sospensioni e freni, sono i pezzi più facilmente reperibili a prezzo da saldo e potrebbero consentirvi di personalizzare secondo le vostre esigenze e con una spesa tutto sommato accettabile, una moto che già vanta di serie componentistica di alto livello.

1 commento:

  1. Moto spettacolare io la possiedo da ormai 2 anni ho comprata appunto usata da privato che la teneva maniacalmente e non la cambierei per nulla al mondo!!! FANTASTICAAAA!!!

    RispondiElimina